Ultima modifica: 23 Dicembre 2017
Home > Istituto > Progetti d’Istituto > Frutta e verdura

Frutta e verdura

frutta e verdura nelle scuole

Il programma

Il programma “Frutta e verdura nelle scuole”, finanziato a livello europeo e nazionale, e promosso dal MIPAAF, in collaborazione con il MIUR, il Ministero della Salute e le Regioni, e in collaborazione con il CREA, prevede la fornitura di frutta agli alunni delle scuole primarie ed una serie di misure di accompagnamento, rivolte agli stessi alunni, agli insegnanti e alla intera comunità scolastica, con l’obiettivo di promuovere una corretta alimentazione che privilegi il consumo di frutta e verdura, in coerenza con la strategia intersettoriale “Guadagnare salute”.

Dove approfondire

Sul sito istituzionale del programma fruttanellescuole.gov.it è a disposizione materiale informativo che potrà essere di grande aiuto al corpo docente per un’azione educativa di ampio respiro.

Qualità dei prodotti

IGP (Indicazione Geografica Protetta)

È un marchio di origine attribuito dall’Unione Europea ai prodotti agricoli e alimentari connotati territorialmente, tali che almeno una fase del processo produttivo avviene in una determinata area
geografica. Anche i prodotti IGP devono rispettare rigide regole contenute nei disciplinari di produzione e soggette alla periodica verifica di conformità da parte di un organismo di controllo indipendente.

Biologico

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione definito e disciplinato a livello comunitario dal Regolamento CE 834/07, dal Regolamento di applicazione CE 889/08 e, a livello nazionale, dal D.M. 220/95. In agricoltura biologica non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere), nè Organismi Geneticamente Modificati (OGM).

La difesa delle colture si ottiene attraverso una serie di azioni preventive, selezionando specie resistenti alle malattie e utilizzando tecniche di coltivazione quali:

  • la rotazione delle colture: si evita di coltivare per più stagioni consecutive sullo stesso terreno la stessa pianta. In questo modo, da un lato s’impedisce ai parassiti di trovare l’ambiente favorevole al loro proliferare, e dall’altro si utilizzano in modo più razionale e meno intensivo le sostanze nutrienti del terreno;
  • la piantumazione di siepi ed alberi, che ricreano il paesaggio, danno ospitalità ai predatori naturali dei parassiti e fungono da barriera fisica a possibili inquinamenti esterni;
  • la consociazione, che consiste nel coltivare contemporaneamente piante diverse, l’una sgradita ai parassiti dell’altra.

Biologico e IGP

Alcuni prodotti IGP oltre al disciplinare di identificazione geografica protetta seguono anche tutti i processi richiesti dalle colture biologiche, per cui hanno un elevato grado di qualità. Al contempo risultano un prodotto peculiare per caratteristiche organolettiche e colturali.

Produzione integrata

La produzione integrata è un sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi e mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole, volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici. Infatti, privilegia l’uso di mezzi tecnico-agronomici che siano il più naturali possibili, una parziale sostituzione delle sostanza chimiche che possano avere un maggiore impatto sull’agroecosistema, l’uso coordinato e razionale di tutti i fattori della produzione allo scopo di ridurre al minimo il ricorso a mezzi tecnici che abbiano un impatto sull’ambiente o sulla salute dei consumatori.

Global GAP

Il protocollo Global GAP definisce le buone pratiche agricole ( G.A.P. > Good Agricultural Practice ) relative agli elementi essenziali per lo sviluppo della best practice (migliore tecnica) applicabili ad aziende agricole, coltivazioni e prodotti della terra, allevamenti. Il protocollo è stato creato dall’Eurep (Euro-Retailer Produce Working Group), che unisce alcune tra le più importanti catene commerciali europee, al fine di rispondere alle crescenti esigenze di sicurezza alimentare e di rispetto dell’ambiente.

Allegati

Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi